Video marketing

La nostra guida al test A/B dei video

Clipchamp è un editor di video online gratuitoProva gratis
Condividi questo post
Our Guide to A/B Video Testing

La fine di un progetto video è un momento da festeggiare, ma non sempre significa che il lavoro sia terminato: bastano pochi, semplici passaggi in post-produzione per migliorare notevolmente la resa dei tuoi video. Tra le varie alternative disponibili, ti consigliamo i test A/B.

Che cosa sono i test A/B sui video?

I test A/B, chiamati anche split test, permettono di testare due varianti dello stesso elemento (come uno spot) per capire qual è la più efficace. Sei tu a decidere se usare una variante semplice (come una diversa CTA) o complessa, ad esempio una miniatura totalmente differente.    

L'aspetto più interessante dei test A/B è che consentono ai creatori di contenuti di prendere decisioni consapevoli sui loro video, perché i dati non mentono mai. Grazie a risultati concreti, puoi basarti sull'evidenza e non sulle probabilità e migliorare in maniera significativa la tua strategia di video marketing.  

Come eseguire il test A/B su un video

Ecco un elenco di aspetti da verificare durante i test A/B.

Titolo

Quanto può essere importante un titolo? Molto, quando si tratta di video. Il titolo è uno dei primi elementi su cui si concentrano gli spettatori quando sono alla ricerca di qualcosa da guardare. Le parole scelte per il titolo influiscono sulla posizione del video tra i risultati di ricerca e sulla percentuale di clic, quindi non è un fattore da tralasciare.

Miniatura

Possono sembrare poco rilevanti, ma le miniature sono un altro elemento che influisce significativamente sulla percentuale di clic di un video, perché definiscono le aspettative degli spettatori e li invogliano a guardarlo. Eseguire un test A/B su un'immagine così importante è un'ottima idea, al punto che Netflix l'ha resa parte fondamentale della sua strategia. Prova a modificare la tua miniatura usando immagini e font diversi, per vedere cosa piace di più ai tuoi potenziali spettatori.  

CTA

Testa le diverse varianti della tua "call to action" per vedere quale è più efficace nel generare la reazione che cerchi. Modificare una o due parole in una CTA per migliorare l'engagement del tuo video è semplicissimo. Tra “Acquista ora” e “Scopri di più” può esserci una differenza addirittura del 90 %. Prova diverse CTA all'interno del video o sul tuo sito web, se il video è pubblicato lì. Max Benz di HörbuchHeld può confermarlo: "Nel corso dei nostri test, abbiamo scoperto che il potere della CTA nei video (o addirittura su siti web) è decisamente sottovalutato. Anche i cambiamenti più piccoli possono avere un impatto inaspettato. Durante un test, siamo stati in grado di aumentare il nostro tasso di conversione del 67 % migliorando e adattando la CTA al gruppo target.

Lunghezza

Quanto dovrebbe durare il mio video? È una domanda che si pongono tutti i creatori e gli esperti di marketing nel montare i loro contenuti. La lunghezza ideale varia in base alla piattaforma sulla quale viene pubblicato il video: YouTube, Facebook o Instagram. Per essere sicuro al 100 % di scegliere la variante migliore, prova diverse lunghezze. I risultati potrebbero sorprenderti.  

I primi 10 secondi

A quanto pare, 10 secondi sono il tempo necessario allo spettatore medio per decidere se continuare a guardare un video o meno. Quindi, vale la pena testare diverse intro per trovare quella più accattivante. Per affrontare al meglio questo passaggio, assicurati di sapere cosa serve per ottenere intro perfette.      

How to A/B test videos

Strumenti per i test A/B dei video

Ci sono diverse piattaforme che consentono di eseguire test A/B adatti a qualsiasi esigenza.

YouTube

Al momento YouTube non offre strumenti integrati per eseguire i test A/B, ma per fortuna ci sono programmi come TubeBuddy, da installare gratuitamente su Chrome per eseguire i test e ottenere tutti i dati necessari a capire quali sono le migliori opzioni per il tuo canale. 

Facebook

Facebook consente di eseguire qualsiasi tipo di test A/B sugli annunci video pubblicati sulla piattaforma. Puoi scegliere di creare un test A/B utilizzando la barra degli strumenti di Ads Manager o realizzarne uno da zero, duplicando una campagna esistente e modificando una o più variabili.

Google Analytics

Se pubblichi video sul tuo sito web, Google Analytics è lo strumento per i test A/B che fa al caso tuo. Questo strumento può monitorare le prestazioni di due o più varianti della stessa pagina. Eseguire un test A/B del video è facilissimo: basta modificare il video nella tua pagina web!

A/b video testing tools

Un esempio di test A/B

Tra tutti gli esempi che si potrebbero fare, questo è di sicuro uno dei più significativi. Durante le elezioni presidenziali americane del 2008, la campagna di Obama ha raccolto 60 milioni di dollari grazie a un test multivariante ben riuscito. Più che un test A/B di un video era un test A/B/C/D di una pagina di destinazione, ma il succo del discorso non cambia. 

In questo esempio sono stati testati alcuni degli aspetti che abbiamo menzionato prima: titolo, immagini e CTA. Alla fine, dai risultati è emerso che il pubblico preferiva lo slogan “Change we can believe in”, con una foto in bianco e nero della famiglia Obama come sfondo e “Ulteriori informazioni” come CTA.

La prima campagna di Obama

A/B test example 1

La campagna di Obama dopo il test multi variante

A/B testing example

Altro dal blog Clipchamp

Come utilizzare la funzione Collab di Instagram

8 marzo 2022
È il momento di festeggiare! Se crei contenuti o possiedi un'impresa, collaborare…

10 idee per celebrare la Giornata internazionale della donna

21 febbraio 2022
Sei in cerca di idee di apprezzamento o per eventi da organizzare in ufficio in occasione…

8 divertenti idee video per il St. Patrick’s Day

8 febbraio 2022
È arrivato St. Patrick’s Day! Che tu abbia in programma di festeggiare di persona…

Inizia a creare video gratuiti con Clipchamp

It looks like your preferred language is English